Qualsiasi lavoro tu faccia e qualsiasi siano le tue aspirazioni professionali, c’è un aspetto che accomuna chi lavora in un’azienda e su cui i datori si dimostrano sempre più sensibili. In un’epoca orientata al benessere ma che ci vuole costantemente produttivi, a costo di sacrificare gran parte del nostro tempo libero, è facile che stress e malumori si sedimentino sul posto di lavoro e impattino negativamente sul nostro rendimento.

Molte società, come Intent, hanno compreso che per edificare il successo della propria azienda è necessario prendersi cura prima di tutto di chi la costituisce e delle sue aspettative di vita, facendo sì che le fondamenta di ogni progettualità poggino sulla fiducia e sulla comprensione dei bisogni reciproci.

Per questo motivo sempre più aziende scelgono di investire le proprie risorse nel welfare aziendale, un programma di iniziative interne volto a migliorare la percezione che i dipendenti hanno della loro realtà lavorativa, grazie a numerosi servizi come l’assicurazione sanitaria integrativa, i servizi di assistenza ai familiari, ma anche benefit utilizzabili fuori dal posto di lavoro, come sconti in negozi convenzionati, contributi per l’abbonamento ai mezzi pubblici, borse di studio per i figli dei dipendenti e molto altro.

Poggiando sulla motivazione e sul coinvolgimento dei dipendenti, le aziende che beneficiano del welfare aziendale ottengono così dei risvolti concreti sulla produttività aziendale. “Per realizzare un welfare efficace bisogna partire dal suo significato originale di 'benessere', star bene e far star bene i dipendenti è esattamente il modello che ci interessa”, afferma la responsabile delle attività di welfare di Intent Srl.

I vantaggi di un sistema di welfare aziendale efficiente sono misurabili non soltanto economicamente. Una politica attenta ai dipendenti permette di migliorare infatti l’efficienza organizzativa, di avere persone più motivate e di attrarre i migliori talenti presenti sul mercato. Il coinvolgimento dei collaboratori comporta una maggior adesione agli obiettivi aziendali: un dipendente soddisfatto è una persona che ha una visione più chiara sul futuro dell’impresa, sul suo cammino e quindi anche sul proprio domani, elementi che determinano un atteggiamento positivo.

Realizzare degli spazi appositi per i dipendenti sul posto di lavoro diventa perciò fondamentale: contribuisce a farli sentire ascoltati, inclusi in un progetto comune e al contempo speciali. “Un welfare produttivo si avvale non solo di benefit, di incentivi e premi per i dipendenti – prosegue la responsabile del welfare Intent - ma soprattutto di attività mirate a farli stare bene, offrendo degli spazi a loro dedicati e pensati in base alle loro esigenze”.

È anche vero che all’ombra dei riflettori è difficile che le iniziative prendano piede. Secondo i dati 2017 del Rapporto Eudaimon-Censis sul welfare aziendale, solo il 18% dei dipendenti afferma di conoscere bene le attività svolte internamente dalla sua azienda, mentre il 58,5% le approccia sommariamente. Il miglior modo per creare coinvolgimento consiste perciò in una comunicazione efficace e nell’interazione che l’azienda stabilisce con il suo team, una mancanza in tal senso può infatti indebolire l’intero sistema a supporto dell’iniziativa.

Un’impresa che condivide il proprio percorso verso la sostenibilità con i suoi collaboratori contribuisce inoltre a creare persone più responsabili che, a loro volta, in un processo circolare, faranno crescere la responsabilità complessiva della società.

Cercando di seguire questi esempi virtuosi, Intent ha inaugurato negli ultimi mesi il suo programma di welfare aziendale, che a oggi si avvale di un centro di ascolto piscologico e di una sua professionista, a totale disposizione dei dipendenti Intent, nonché di un’assicurazione sanitaria certificata, il Fondoest. Nell’ultimo periodo è stato inaugurato inoltre il corso di teatro d’impresa Status Quo, volto a migliorare le capacità comunicative e relazionali dei partecipanti, un percorso che tornerà loro utile tanto negli uffici quanto sul palco.

A breve sarà inoltre ufficializzato un club esclusivo per agevolazioni e servizi riservato ai soli dipendenti Intent, comprensivo di tantissime scontistiche sull’intrattenimento, sulle attività sportive, visite guidate e molto altro, assecondando un disegno che Intent ha realizzato su misura del suo staff.

“Il welfare dev’essere focalizzato sulle persone e pensato in funzione delle loro necessità, armonizzando la loro vita dentro e fuori il posto di lavoro”, afferma la responsabile per il welfare Intent, interpretando la voce di un’azienda filantropica.

 

Vuoi condividere con noi la tua visione di un'azienda platonica? Scrivi a marketing@intentsrl.it 

 

Ufficio stampa Intent